Un soggiorno parigino durato 43 anni. Due ‘impressioni luminose’ di Federico Zandomeneghi

Gli scultori canoviani Pietro e Luigi Zandomeneghi, erano rispettivamente il padre e il nonno di Federico (1841-1917), pittore veneziano colmo di luce. Nel 1860, il pittore scappò da Venezia per non essere arruolato nell’esercito austriaco e per sposare la causa … Continua a leggere Un soggiorno parigino durato 43 anni. Due ‘impressioni luminose’ di Federico Zandomeneghi

‘La persuasione e la rettorica’

Nelle opere di Gustav Klimt (Vienna, 1862-1918), si possono rintracciare facilmente tematiche attinenti a quell’eterno mal di vivere che si chiama malinconia. Quello stato dell’anima che anticamente veniva chiamato melancolia (l’etimologia greca non lascia spazio all’immaginazione… Il termine μελαγχολία è … Continua a leggere ‘La persuasione e la rettorica’

Caravaggio e Bouguereau a spasso per Kiev. Il collage digitale di Alexey Kondakov

La bellezza è negli occhi di chi sa vederla. Non basta guardare. Guardare è un’azione limitata e spesso limitante. Generalmente non produce alcunché, tutto rimane immutato. Siamo in grado di guardare, in maniera tecnicamente esatta, ma pochissimi riescono a vedere.Credo … Continua a leggere Caravaggio e Bouguereau a spasso per Kiev. Il collage digitale di Alexey Kondakov